Sicurezza scolastica, Si inasprisce lo scontro tra maggioranza e opposizione comunale

0

Si inasprisce il confronto tra maggioranza ed opposizione sulla sicurezza delle scuole cittadine.

Ha creato tumulto la richiesta da parte dei 12 consiglieri di minoranza, Raimondo Fabrizio, Rita Formichelli, Fabia Onorato, Filomena Calenda, Cosmo Tedeschi, Mino Bottiglieri, Enzo Di Luozzo, Francesca Bruno, Andrea Galasso, Roberto Di Pasquale, Stefano Testa, Di Baggio Roberto, di una convocazione urgente del Consiglio comunale.

La richiesta,  mostrandone il documento ufficiale, impegnava l’intero Consiglio in una discussione pubblica sulla sicurezza e la riorganizzazione delle scuole cittadine, riorganizzazione comunicata successivamente dal sindaco Giacomo D’Apollonio.

Nella conferenza dei Capigruppo riunitasi per decidere sulla convocazione urgente del Consiglio comunale pubblico, i rappresentanti della maggioranza, sostenuti dal sindaco e dalla giunta, hanno detto no e “proibito”  l’adunanza. Motivo,  evitare strumentalizzazioni politiche in prossimità delle varie competizioni elettorali. 

Atteggiamento della maggioranza che ha creato  malumore tra i consiglieri di opposizione che, non avendo avuto modo di confrontarsi nella sede preposta per le decisioni importanti per la città, hanno stigmatizzato questo comportamento in modo perentorio.

“Non è possibile – hanno sostenuto – agire contro la trasparenza ed il coinvolgimento che una cittadinanza dovrebbe ricevere dalla politica proprio nelle scelte fondamentali per il loro benessere e la loro sicurezza”.

Duro l’attacco del capogruppo di Forza Italia, Raimondo Fabrizio, che contesta la posizione della maggioranza, soprattutto su questioni di sicurezza “Mi sarei aspettato che l’amministrazione riferisse in consiglio sulla situazione delle scuole visto che ad oggi nulla è stato fatto. Ad oggi rispetto a due anni fa la situazione non è ancora cambiata. I bambini sono ancora in scuole insicure”.

Condividi.

Autore

Rispondi