Post Parto, il Molise riceverà 14 mila euro per la patologia depressiva delle puerpere

0

Nel corso della Conferenza delle Regioni del 31 gennaio è stato ripartito il fondo di 3.000.000 di euro stanziato per la cura e l’assistenza della sindrome depressiva post-partum. 

Questa forma di depressione colpisce circa il 15% delle donne ed esordisce generalmente dopo 3 – 4 settimane dal parto.

E’ una patologia molto seria e va curata sin dall’inizio avendo molteplici manifestazioni cliniche.

Un approccio preventivo di educazione pre e postnatale è di fondamentale importanza e permetterebbe l’individuazione già nel pre-parto delle donne maggiormente vulnerabili, sarebbe utile quindi mettere in atto degli interventi prima della comparsa del disturbo per ridurre il rischio depressivo.

Mentre la rete sociale e il supporto reciproco diventano fondamentali soprattutto nel periodo successivo al parto.

Quando pensiamo alla nascita di un bambino la nostra mente si riempie di immagini di mamme serene e riposate che stringono tra le loro braccia bellissimi e tranquilli neonati.

La pubblicità di prodotti per l’infanzia veicola questo messaggio di bellezza, serenità e perfezione dove tutto sembra naturale e semplice.

La maternità invece è un periodo complesso dove convivono emozioni contrastanti e dove, a volte, sono presenti difficoltà e sofferenza.

I progetti regionali finanziati con il fondo dovranno aiutare le donne ed i loro familiari a ricevere una migliore informazione sui fattori di rischio e, in caso di disagio psichico, favorendone il superamento con migliori percorsi assistenziali, potenziando l’assistenza pre e post nascita della donna e del bimbo.

Il fondo di 3 milioni di euro per l’anno 2016 è aggiuntivo al Fondo sanitario nazionale ed è stato ripartito in proporzione al numero medio annuo di nati nel quinquennio precedente all’anno di riferimento.

In Italia tra il 2011 ed il 2015 sono nati mediamente ogni anno 483.797 bambini. Di questi, 2.274 sono venuti al mondo in Molise.

Per effetto di questi “numeri” la Regione Molise riceverà 14 mila euro più i 714 euro provenienti da una parte della quota non erogata alla Regione Sicilia per un totale di 14 mila e 800 euro.

L’80% sarà erogato in relazione alla valutazione favorevole del progetto ed il restante 20% dopo la presentazione della relazione finale sulle attività svolte.

 

Condividi.

Autore

Rispondi