Elezioni, venerdì di fuoco. Destra e sinistra in conclave

0

Una vigilia dell’Epifania peculiare per la politica molisana.Gli schieramenti di destra e di sinistra hanno entrambi scelto la giornata di oggi come giorno per riunioni preparatorie.  Incontri al vertice non solo per il pd del Presidente della regione, ma anche per il centrodestra moderato.

Il Governatore ha scelto il capoluogo per incontrare gli amministratori, sindaci e consiglieri comunali. Riunione ovviamente a porte chiuse.

Isernia, invece è la location scelta dai centristi. Un incontro riservato, per ora,  ai soli generali di partito.

A Campobasso sala gremita per Frattura, che ha operato non solo un primo vero sondaggio di gradimento, ma ha anche misurato la capienza elettorale. Soddisfatto  per la presenza della sua squadra, che invece lo aveva lasciato solo il giorno della conferenza stampa sul bilancio di fine mandato. L’incipit, un mea culpa del governatore che is scusa per non essere stato troppo presente.

A Isernia, invece, il polo moderato continua a ragionare sui programmi. Si sono valutate anche le azioni e iniziative per arrivare sereni e compatti al voto del 4 marzo.  Tra i vari argomenti snocciolati, anche l’attualissimo calendario elettorale.

Un tormentone quello del voto, che ha investito, seppur per qualche scambio di battuta veloce, anche i centristi. Secondo alcune indiscrezioni, molti sono stati i commenti sulle boudate che circolano in questi giorni a proposito della data elettorale. Sembrerebbe che Forza Italia e Idea stiano organizzando con i vertici nazionali, l’operazione voto sicuro del 4 marzo.  Operazione non difficilissima, visto che i presupposti ci sono tutti per non rinviare il voto.

 

Intanto il governatore ha affidato a un post su Facebook  la comunicazione che lunedì prossimo, in conferenza stampa, smentirà le dichiarazioni di Ruta e Leva.

Condividi.

Autore

Rispondi