Elezioni, Iorio prepara la quarta gamba del centrodestra

0

E’ stata decisa la data delle Elezioni politiche, si voterà il 4 marzo. Entro il 2 febbraio invece bisogna presentare le liste. Spunterebbe così l’ipotesi election day, ovvero accorpare in un’unica data le elezioni, politiche e regionali. Se così fosse, i tempi stringono anche in Molise. Si è giunti ormai agli sgoccioli, per cui la corsa a compilare le liste si affretta. Oggi, 13 dicembre, l’ex governatore della regione Molise, Michele Iorio, chiama a raccolta i suoi, per sondare la partecipazione e la condivisione del progetto. ” O le primarie per scegliere il candidato governatore del centrodestra, oppure, scendo in campo, anche da solo”. Il guanto di sfida, nonostante il piccolo varco, è ormai  lanciato. Per l’ex presidente della regione, la scelta del candidato non può essere imposta da qualcuno, manca la condivisone delle scelte già in partenza. E Iorio, proprio non ci pensa a fare un passo indietro con i se e con i ma.

Seduti nelle prime file, volti storici della politica molisana, forse fin troppo storici. Tra i presenti, anche chi, nella passata legislatura,, ha sferrato il colpo di grazia e chi tra sorrisi e pacche sulle spalle, gli ha dato il benservito. A guardare bene, però, ci sono sempre gli stessi, da Vitagliano a D’Aimmo, passando per di Falco. C’è anche Scasserra e l’ex sindaco di Termoli. Presenti anche il primo cittadino di Agnone, e l’ex sindaco di Rotello in quota Pd.

Non sono mancate frecciatine.  “Conosco troppo bene il giudice di Giacomo – dice Iorio – e sono certo non si presterà a fare da figurina per perdere la partita”. Secondo Iorio, non ci sarebbe da Roma alcun veto sulla sua candidatura e la trattativa per scegliere il candidato presidente è tuttora aperta.

Sembrerebbe, che la quarta gamba del centrodestra lanciata a Roma, possa nascere anche in Molise a cominciare proprio dalla convention ioriana.

Qualcuno ironicamente azzarda una battuta “Quarta gamba? Finirà come la commedia italiana ” tre uomini e una gamba”.

Condividi.

Autore

Rispondi