Incentivi per occupazione al Sud. Risorse esaurite anche per il Molise

0

Occupazione – Le risorse destinate per l’incentivo all’occupazione per le Regioni del sud, quindi anche  per il Molise, che insieme all’Abruzzo e Sardegna sono considerate Regioni in transizione, sono esaurite lo scorso 20 Novembre. Difatti per le tre Regioni sono stati stanziati solo 30 milioni di euro. Se consideriamo che l’Abruzzo e la Sardegna sono più grandi della nostra Regione, ci accorgiamo che gli incentivi messi a disposizione le le nostre Imprese, sono briciole. Questo malgrado le riassicurazioni dell’ANPAL, Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro, di un suo rifinanziamento. Lo stesso l’ANCL pone l’attenzione sulla necessità di rifinanziare gli incentivi per l’occupazione. Sarebbe opportuno mettere a disposizione i fondi almeno per tre anni, per consentire quella crescita occupazionale, non solo per i giovani, ma anche per i meno giovani che sono stati espulsi, per la crisi, dal mondo occupazionale, la cui assunzione, in assenza di incentivi, costerebbe molto alle aziende, che già sono in gravi difficoltà. Insomma una vera inversione di rotta che il Governo Centrale dovrebbe attuare per quelle Regioni considerate a rischio, come il Molise. E se a ciò, nella manovra correttiva di fine anno, il Governo aggiungesse ulteriori sgravi fiscali a termine, una sorta di defiscalizzazione su redditi fino ad un certo importo, ad esempio 15.000,00, importo utile al sostentamento di vita di tutti i contribuenti, che siano essi dipendenti, pensionati o piccoli imprenditori, solo così potremmo parlare di equità e ridare dignità a quelle famiglie che non arrivano a fine mese per colpa non solo della crisi di lavoro, ma anche per colpa dell’eccessiva pressione fiscale, oggi considerata la più alta d’Europa.

Condividi.

Autore

Rispondi