Busto di marmo purissimo del I d.C. ritrova il suo antico candore fa ritorno nell’antica città di Saepinum grazie ad esperti restauratori molisani

0

È grazie ad una famiglia di esperti restauratori molisani che l’antico busto in marmo bianco recuperato all’interno dell’area archeologica di Saepinum ad Altilia di Sepino può vantare il suo antico candore e fare bella mostra di sé.
Il pezzo archeologico apparteneva ad una statua maschile nuda del tipo “Diomede di Cuma- Monaco” a grandezza quasi naturale. Un ampio mantello ondeggiante era poggiato sulla spalla sinistra. Secondo indagini archeologiche la statua era esposta nel Foro per celebrare sicuramente un personaggio pubblico. Appena restaurato il busto è stato esposto alla Reggia di Venaria Reale a Torino ritorna in questi giorni nel sito di Saepinum e sarà ospitata in uno dei casali settecenteschi già adibiti a museo. 

È la famiglia di esperti restauratori, Fiorentina Cirelli, Pietro Mastropietro e le due figlie Chiara e Lavinia, che ha restituito splendore  ai pezzi più importanti ritrovati in tutto il Molise, come l’uovo, o i materiali preziosi ritrovato nei corredi funebri.

 

Condividi.

Autore

Rispondi