Dl Sicurezza, l’On. Occhionero “il decreto sicurezza del governo lega-cinquestelle non andava emendato, doveva essere semplicemente riscritto”.

0

La deputata di Liberi e Uguali, l’onorevole Giuseppina Occhionero, è intervenuta alla Camera nel corso del dibattito sul Decreto legge sicurezza, su cui il governo ha posto il voto di fiducia. A questo proposito, la parlamentare molisana ha espresso a nome del gruppo di Liberi e Uguali tutto il dissenso per una prassi che di fatto priva i deputati del loro ruolo e li riduce a semplici passacarte di ciò che arriva dal Senato.

Negativo il giudizio anche nel merito del testo che, a giudizio dell’onorevole Occhionero, “calpesta molti articoli della Costituzione e va nella direzione esattamente contraria al buon senso. Un guazzabuglio giuridico – ha aggiunto nell’intervento di questa mattina a Montecitorio – che risponde ad un solo criterio: quello di tentare di raggranellare qualche consenso in più nell’opinione pubblica e non di cercare una soluzione ai problemi”.

La deputata di Leu ha messo in evidenza tutte le lacune e le contraddizioni contenute nel decreto: “Avete una sola idea – ha dichiarato in aula – ed è quella che descrive l’equazione secondo la quale rifugiati, richiedenti asilo, profughi, non sono le persone, le donne e i bambini che scappano dagli orrori della guerra e affidano la propria vita ai trafficanti di esseri umani, ma solo dei colpevoli. Il decreto che avete voluto blindare avrà un solo effetto concreto: peggiorare le brutture cominciate con la legge Bossi Fini. Ed è la linea generale sulla quale – ha concluso l’onorevole Occhionero – si muovono il governo e la maggioranza del ‘cambiamento’ in peggio”.

Condividi.

Autore

Rispondi