Trenitalia, puntualità e soddisfazione dei viaggiatori 2017. Il Molise fuori dall’indice di gradimento

0

TRENITALIA – Puntualità, regolarità e soddisfazione dei viaggiatori nel 2017.
Il Molise non si classifica nelle prime 10 regioni italiane.

Nel 2017 puntuali 9 treni regionali su 10. Nella statistica di Trenitalia pubblicata ieri, la puntualità delle corse regionali, registrata nel 2017, è pari al 90,2%, la regolarità raggiunge il 98,9%.
Il 2017 si chiude con 9 treni regionali su 10 arrivati a destinazione puntuali e comunque non oltre i 5 minuti dall’orario previsto; un miglioramento di 4 punti percentuali rispetto al 2014. La regolarità delle corse raggiunge il 98,9%, con cancellazioni totali ridotte all’1,1% e inferiori allo 0,4% per cause imputabili a Trenitalia. Cancellazioni più che dimezzate rispetto a quattro anni fa.
A confermare il trend positivo del 2017 è il giudizio dei clienti: nell’ultima indagine chiusa a novembre l’83,2% si è dichiarato soddisfatto del viaggio nel suo complesso, facendo salire la media del periodo da gennaio a novembre dal 76,1% del 2015 all’82,7% del 2017, con una crescita in due anni di 6,6 punti percentuali.
Il bilancio del 2017 tiene conto del volume di servizi prodotti in tutt’Italia, pari a un milione e 930.014 treni circolati in tutte le Regioni e Province Autonome dove Trenitalia gestisce il servizio, percorrendo complessivamente 155 milioni e 250.085 km con 451 milioni e 56.796 passeggeri saliti a bordo, in crescita dello 0,5% rispetto al 2016.
Nessun primato positivo per il Molise che non si classifica nelle prime 10.
Se da una panoramica nazionale si passa ad un’analisi più dettagliata delle singole regioni si evidenzia come le migliori performance in fatto di puntualità reale, si registrano in Friuli Venezia Giulia, con il 94,7% dei treni puntuali, a seguire la Provincia Autonoma di Bolzano, con il 94,1%, l’Abruzzo con il 93,5%, la Provincia Autonoma di Trento con il 93%, poi il Veneto 92,6%, le Marche 92,1%, il Lazio 91,9%, la Toscana 90,8 e la Valle d’Aosta 90,5%.
Per quanto riguarda la regolarità del servizio, invece, sul podio salgono la Provincia Autonoma di Trento, le Marche e l’Umbria con appena lo 0,4% delle cancellazioni.
Il trend della puntualità Trenitalia, con poche eccezioni, risulta tuttavia positivo un po’ in tutte le regioni, con punte più elevate nel Lazio, a seguire Emilia Romagna, Liguria, Basilicata e Umbria.
Quello della regolarità vede eccellere la Puglia, l’Abruzzo e la Liguria.
L’ultima indagine demoscopica, condotta a novembre da una società esterna al Gruppo FS Italiane, ha evidenziato un miglioramento nel giudizio che i clienti danno del servizio.Il gradimento maggiore a novembre si registra nella facilità di ottenimento, completezza e chiarezza delle informazioni ricevute (97,1%), nell’ambito della preparazione del viaggio e nella facilità/comodità di acquisto dell’abbonamento/biglietto (96,1%).
Per quanto riguarda la permanenza a bordo le percentuali migliori si registrano nell’aspetto, cortesia e professionalità del personale (94,7%) e nell’illuminazione della carrozza (94,4%).

Condividi.

Autore

Rispondi