Transumanza patrimonio culturale dell’umanità, avviato l’iter per la valutazione: soddisfazione in Molise

0

A Parigi è stato avviato l’iter per la valutazione della candidatura a patrimonio culturale dell’umanità della Transumanza. Oggi è stata presentata ufficialmente la richiesta di riconoscimento all’antichissima pratica di allevamento quale patrimonio Unesco. Hanno presentato richiesta anche la Grecia e l’Austria. Il progetto che ha portato all’attuale candidatura in fase di valutazione nella capitale della Francia, è partito proprio dal Molise nel 2015.

Grande la soddisfazione in Regione. Tra i primi ad esprimere orgoglio c’è il sindaco di Campobasso, Antonio Battista. “C’è una grande fetta del territorio del capoluogo e della provincia di Campobasso – esprime il primo cittadino – che partecipa con fervore alla candidatura della Transumanza a diventare patrimonio culturale immateriale dell’umanità Unesco. Una candidatura che mi riempie di orgoglio perché restituisce importanza ad un’antica tradizione, ormai poco praticata, e perché al tempo stesso valorizza quegli antichi ‘corridoi’ che una volta erano frequentati da pastori ed allevatori e che oggi, senza un’attenta e mirata azione di tutela, rischiano di scomparire. L’accoglimento da parte dell’Unesco della richiesta sarebbe un valido ed importante riconoscimento sociale, paesaggistico e antropologico, ma soprattutto un riconoscimento che andrà a salvaguardare quanti, con non poca fatica, mantengono ancora viva la transumanza. Ciò che mi rende ancora più fiero è che l’iniziativa di far appello all’Unesco sia partita proprio da un gruppo di persone del Molise, regione in cui la famiglia Colantuono da tempo lavora affinché l’antica tradizione non venga dimenticata”.

Daphne Iamartino

Condividi.

Autore

Rispondi