Provvedimenti economici, ridefiniti gli importi delle pensioni per il 2018

0

Nuove tariffe per invalidi civili, ciechi e sordi a partire dal prossimo anno.

Ogni anno si ridefiniscono, rapportandoli al costo della vita, gli importi delle pensioni, assegni e indennità che vengono erogati agli invalidi civili, ai ciechi civili e ai sordi e i relativi limiti reddituali previsti per alcune provvidenze economiche.
Per il 2018 importi e limiti sono stati fissati dalla Direzione Centrale delle Prestazioni dell’INPS con Circolare 21 dicembre 2017, n. 186.
Per gli adeguamenti degli importi e dei limiti di reddito INPS si conforma alle indicazioni del decreto del 20 novembre 2017, emanato dal Ministro dell’Economia e delle Finanze.
La percentuale di variazione per il calcolo della perequazione delle pensioni per l’anno 2017 è determinata in misura pari a +1,1 dal 1° gennaio 2018, salvo conguaglio da effettuarsi in sede di perequazione per l’anno successivo. Dalle tabelle ufficiali si evince un piccolo incremento rispetto allo scorso anno, che tradotto per le famiglie è un piccolo, ma importante aiuto.
Riportiamo gli importi in euro per il 2018, comparati con quelli del 2017, solo di alcune categorie,:
• pensione ciechi civili assoluti da 302,23 a 305,56;
• pensione ciechi civili assoluti (se ricoverati), pensione ciechi civili parziali, pensione invalidi civili totali, pensione sordi, assegno mensile invalidi civili parziali, indennità mensile frequenza minori da 279,47 euro a 282,55;
• indennità accompagnamento ciechi civili assoluti da 911,53 a 915,18;
• indennità accompagnamento invalidi civili totali da 515,43 a 516,35;
• indennità comunicazione sordi da 255,79 a 256,21;
• indennità speciale ciechi ventesimisti da 208,83 a 209,51;
• lavoratori con drepanocitosi o talassemia major da 501,89 a 507,42.

Condividi.

Autore

Rispondi