Pettoranello, Richiesta di rettifica Riceviamo e pubblichiamo

0

Riceviamo e pubblichiamo la richiesta di rettifica del sindaco di Pettoranello del Molise, Andrea Nini, riguardo all’articolo del 2 gennaio 2018 in cui si dava notizia dell’assenza di dipendenti nel comune il giorno 29 dicembre 2017.

Oggetto: richiesta di rettifica ai sensi dell’art. 8 Legge 47/1948

 

Gentile Direttore,

ringrazio per la Sua disponibilità a voler dare spazio alla replica.

In merito all’articolo apparso sul portale di informazione on line OP CHANNEL comunico quanto segue:

  1. i “cinepanettoni” li lasciamo a coloro che preferiscono la filmografia di genere, noi preferiamo amministrare seriamente per l’interesse della collettività;

2.non è vero che tutti i dipendenti erano in ferie; come amministrazione non siamo mai entrati nel merito delle ferie in quanto i dipendenti hanno dimostrato sempre una buona organizzazione; esclusivamente per il giorno 29, era in servizio un solo dipendente ed io ero in Comune; procederemo con le dovute verifiche per accertare se vi è stato e da chi sia dipesa una breve interruzione; preciso comunque che nessun cittadino mi ha segnalato tale disservizio;

  1. non mi risulta la presenza dei Carabinieri e di altre forze dell’ordine presso gli uffici comunali il giorno 29.12.2017, cosa accertata, tra l’altro, per le vie brevi direttamente con il Comando a cui facciamo riferimento per territorialità;
  2. quando mi sono recato in Comune il giorno 29.12.2017 l’ho trovato aperto regolarmente e personalmente non sono mai irraggiungibile, i pettoranellesi , e non solo, lo sanno;
  3. non è vero che il giorno 2 gennaio 2018, cosi come avete scritto nell’articolo, mi avete contattato e come ogni mattina ero in comune, a disposizione di tutti coloro che mi vogliono incontrare e che hanno il desiderio di confrontarsi;
  4. chi è di Pettoranello sa che la Piazza Marconi, dove è ubicato il palazzo comunale, viene pulita quotidianamente, chi è di Pettoranello sa anche che il maltempo, che fino a ieri mattina ha imperversato, non ha permesso la quotidiana manutenzione, ripresa regolarmente, inoltre, ha causato numerosi danni a beni pubblici;
  5. le piantine delle fioriere su tutta piazza Marconi non sono “secche”, vengono potate ogni autunno, abitudine annuale, per permettere la fioritura primaverile;
  6. invito la redazione presso il Municipio per informarsi di tutte le splendide iniziative poste in essere per la tutela del bene pubblico: dalla premialità per la raccolta differenziata “porta a porta”ai progetti dedicati ai bambini della scuola, dall’adesione al Parco Nazionale del Matese ( Pettoranello primo Comune a crederci e ad aderire) alla tutela della salute pubblica con l’adozione del regolamento che limita l’esposizione della cittadinanza alle onde elettromagnetiche, dal recupero dei locali dell’Incubatore d’impresa di proprietà comunale assegnati a nuove e serie imprese che stanno facendo ripartire, con non poche difficoltà, l’economia del posto. E potrei continuare con tutte le opere pubbliche che abbiamo realizzato e che stiamo realizzando da tre anni a questa parte; con la situazione debitoria in cui versava il Comune all’inizio del nostro mandato, ereditata dall’amministrazione precedente, risolta con grande dedizione e passione tanto da diventare modello per altre amministrazioni.

Inoltre, in questi tre anni la nostra piccola comunità ha visto sorgere nuove associazioni e addirittura una squadra di calcio del paese.

Non è stato facile e non è facile soprattutto se consideriamo che in Molise il problema della mancanza di Segretari comunali sta ostacolando e rendendo impossibile la gestione ordinaria dei piccoli comuni, costretti a elemosinare tale figura in modalità scavalco ( quando è possibile), senza poter avere garantita una continuità amministrativa; problema al quale fino ad ora nessuno ha trovato una soluzione, problema del quale si fanno carico i Sindaci e gli amministratori che mettono le proprie competenze a disposizione della collettività costretti a sostituirsi a figure professionali che non ci sono.

Ma si va avanti, perché si ama la propria terra e perché i nostri nonni (soldati al fronte) ci hanno insegnato a resistere, sempre.

Andrea Nini – Sindaco di Pettoranello del Molise

Condividi.

Autore

Rispondi