Lavoratori Atm, oggi l’incontro con Frattura

0

I lavoratori Atm, questa mattina,  incontreranno il Presidente della regione, Paolo di Laura Frattura. Una delegazione degli oltre 200 dipendenti dell’azienda di trasporto pubblico, Atm. Un dialogo che sembra aperto e che fa ben sperare. La richiesta che avanzano i lavoratori è semplice “Se l’azienda non paga,  – ci spiega un lavoratore – nonostante abbia riscosso quanto dovuto, la regione deve ritirare le concessioni” . In sostanza due sono le opzioni a disposizione del governo regionale, o vincolare le determine di pagamento direttamente in campo ai lavoratori, evitando così che gli stipendi finiscano nel plafond aziendale, oppure ritirare  le concessioni e lasciare che siano altri a gestire il servizio pubblico.

Cosa è successo in passato

In passato i presidi dei lavoratori sono stati strumentalizzati dalla stessa azienda che nascondeva il reale motivo delle proteste. I lavoratori manifestavano le loro difficoltà economiche in seguito ai ritardi dei pagamenti. L’ azienda, invece, chiedeva l’erogazione dei contributi regionali. “Una tarantella – dicono i lavoratori – che deve finire. Speriamo che quest’oggi con il presidente si metta definitivamente la parola fine alle altalene che siamo costretti a vivere tra mesi senza stipendio e mesi passati a pagare le bollette e i prestiti dei mesi precedenti”.

Condividi.

Autore

Rispondi