Molise Dati, la partecipata della regione a rischio. Al suo posto è già pronta la società privata Pa Digitale Adriatica

0

Continua senza alcun freno lo smantellamento della società in house della regione, la Molise Dati SpA. Un azzeramento che riguarda, in ordine cronologico,  la revoca dell’affidamento per la fornitura del sistema di gestione delibere e determine integrato con il sistema documentale Archiflow, sistema acquisito dalla Regione Molise con gara Europea e utilizzato fino ad oggi dal Consiglio. Una revoca che però corrisponde dall’altro lato a un affidamento dei servizi ad una società privata, la PA digitale Adriatica.

Mentre il movimento 5 stelle presenta un’interpellanza al governatore, negli uffici amministrativi del consiglio si consuma l’ennesimo scempio verso la Molise Dati.  È attivo  in via Colitto il corso di formazione per districarsi nella piattaforma Urbi Smart della PA Digitale Adriatica che prevede il protocollo informatizzato degli atti. Un sistema che non si integra con l’attuale sistema, ma che lo sostituisce in pieno. È in realtà “una doppia gestione antieconomica del Sistema informativo regionale” spiega nell’interpellanza il consigliere di opposizione de Chirico, che vuole vederci chiaro e aggiunge “voglio sentire dalla sua voce ( presidente Toma), se ritiene che la progressiva espansione dell’attività informatica della Pa Digitale Adriatica all’interno del Sistema Regione abbia potuto causare possibili profili di responsabilità amministrativa- patrimoniale dato che si perseguono e si attuano attività per le quali è istituzionalmente preposta la Molise dati o comunque se considera questa situazione una doppia gestione antieconomica del Sistema informativo regionale”.

 

La Pa digitale Adriatica  è già riuscita a entrare nel circuito delle pubbliche amministrazioni.

Una partita, però,  ancora aperta per la partecipata regionale, che si vede soffiare, in ambito pubblico,  i servizi e attività che svolgeva fino a oggi.

 

 

 

Condividi.

Autore

Rispondi