Iorio vince in Cassazione, il fatto non sussiste. Pronto a ritornare in consiglio

0

Assolto dall’accusa di abuso d’ufficio, perché il fatto non sussiste. Questa la sentenza della Cassazione che scagiona Michele Iorio dall’accusa di aver abusato della sua posizione per cedere le quote dello zuccherificio all’imprenditore Perna. La Cassazione ha funque ribaltato la sentenza d’appello che lo condannò a 6 mesi di reclusione e l’interdizione dai pubblici uffici per un anno, pena sospesa.  I giudici della Suprema Corte hanno emesso la sentenza definitiva  in serata dopo l’udienza e una lunga camera di consiglio. Per i magistrati capitolini  il reato non sussiste e quindi Iorio torna in sella, tra i banchi della maggioranza al posto di Eleonora Scuncio che prese il suo posto per effetto della legge Severino.

 

Condividi.

Autore

Rispondi