Ara Molise, ancora non depositato il piano di sovrindebitamento aziendale. 4 ex dipendenti rientrano al lavoro

0

Se ne era discusso e concordato al tavolo prefettizio del 22 dicembre scorso, il commissario Rettino avrebbe dovuto depositare in tempi strettissimi il piano di sovraindebitamento e di riparto dell’azienda, passaggio necessario per arrivare alla creazione di una New co e per dare la possibilità ai lavoratori di accedere a una quota parte dei redditi stipendiali maturati, ma non corrisposti. Gli accordi prevedevano che ai primi di gennaio, ormai un mese fa, Rettino, avrebbe dovuto depositare in Tribunale con anticipo sulle retribuzioni di una quota percentuale, considerato che i lavoratori sono senza strumenti economici da oltre un anno e mezzo. Ma tutto tace, se non una magra indiscrezione , secondo cui 4 degli ex lavoratori potrebbero essere riassorbiti.

Intanto ai lavoratori sono state consegnate solo le buste paga, dalle quali si evince che sulle retribuzioni non corrisposte è stata applicata un’imposizione fiscale a tassazione a tassazione separata.

Procedura questa che sembra anomala, in quanto le retribuzioni non possono essere intese come arretrati e sulle quali  non è possibile applicare una aliquota a tassazione separata, ma la legge prevede invece l’applicazione delle aliquote degli scaglioni Irpef.

Condividi.

Autore

Rispondi