Sempre più “Bio” sulla tavola degli italiani.

0

Delle circa 60mila aziende certificate BIO in Italia, 401 sono in Provincia di Campobasso e solo 9 in quella di Isernia, ultima in Italia.

L’agricoltura biologica sfrutta infatti la naturale fertilità del suolo con lo scopo di rispettarla e favorirla ricorrendo a interventi limitati. Questa particolare tipologia di agricoltura, inoltre, ha lo scopo di promuovere la biodiversità ed escludere l’utilizzo di prodotti di sintesi (concimi, diserbanti, anticrittogamici, insetticidi, pesticidi in genere) e di organismi geneticamente modificati (OGM).

La certificazione “Bio” è un attestato che garantisce il rispetto di rigidi requisiti atti a evitare o ridurre la “contaminazione” da parte dell’uomo.

Sono sempre più i consumatori attenti a salute e ambiente, c’è più richiesta di prodotti biologici e aumenta il numero delle aziende italiane che scelgono di produrre in modo più naturale.

A inizio dicembre 2017, le imprese in possesso di una certificazione Bio erano 59.461. Per la maggioranza, si tratta di realtà localizzate nel Mezzogiorno (il 55,8%), più del doppio di quelle con sede al Nord (il 23,4%) e quasi tre volte quelle del Centro Italia (il 20,8%). Mentre nell’agricoltura tradizionale ogni anno numerose imprese chiudono, cedendo il passo a realtà più grandi e strutturate, il settore del biologico sta andando in controtendenza, a dimostrazione che anche aziende di dimensioni più piccole, grazie all’applicazione dei principi dell’agricoltura biodinamica, possono stare con successo sul mercato.

Tornando ai dati, con riferimento all’attività svolta l’81% opera direttamente nel settore agricolo e circa il 7% nel commercio. In particolare, le aziende che svolgono esclusivamente produzione Bio sono 44.482 (il 75% delle certificate).

Le prime 3 province con il maggior numero di imprese si trovano al Sud e sono Bari  con 2.764 aziende bio,  Cosenza con 2.371 e Reggio Calabria con 2.361. Le ultime 4, invece, si trovano a Trieste. Nella città sono nate  45 imprese. A Verbano Cusio Ossola invece ci sono 24 aziende certificate bio e a Varese 18.  Fanalino di coda è ISERNIA con sole 9 aziende biologiche.

Condividi.

Autore

Rispondi